fbpx

blog minoan agencies

Non solo traghetti: curiosità, storie e approfondimenti sulle mete dei tuoi viaggi

29 October, 2020

Ancona: l'antica porta d'oriente d'Italia

Ancona, porta verso l'Oriente Minoan Agencies Srl | Daniele Gaspari

Viaggio nella città Capoluogo di Regione delle Marche


Se devi partire in traghetto dal porto di Ancona, non lasciarti sfuggire la possibilità di visitare questa bella città affacciata sul Mare Adriatico. Di seguito ti diamo degli spunti utili e consigli sulle numerose attrazioni presenti in zona.



Ancona con i suoi oltre 100.000 abitanti è la città Capoluogo della regione Marche ed è un importante porto italiano, il più importante del Mare Adriatico in termini di passeggeri trasportati.
Sorge in posizione caratteristica su un promontorio a forma di gomito proiettato verso il mare. Proprio dalla sua particolare forma geografica deriva il nome della città scelto dai fondatori greci "Ankon" che in greco antico significa gomito.
Quando si raggiunge Ancona provenendo da nord, è impossibile non rimanere ammaliati dalla bellezza del suo centro storico dominato dalla Cattedrale che si affaccia con eleganza mare.

Oltre 2400 anni di storia

Ancona ha alle spalle secoli e secoli di storia e di dominazioni legati in maniera stretta al mare e all'importanza geografica del suo porto naturale da sempre punto strategico per il commercio con l'Oriente.
Fu fondata dai greci dori siracusani nel IV secolo a.c. che la scelsero per la sua posizione e per il controllo delle rotte navali verso l'Adriatico del nord. Proprio dai suoi fondatori Ancona prese il nome di "città dorica", appellativo utilizzato ancora oggi anche per definire gli abitanti anconetani, spesso chiamati "dorici".
Nel I secolo a.c. divenne colonia e importante porto dell'Impero Romano che ne promosse l'espansione dello scalo marittimo sotto l'imperatore Traiano. Nei secoli che seguirono fu prima Repubblica Marinara, poi città dello Stato Pontificio, poi Repubblica del Regno Italo Napoleonico e infine nel 1860 avvenne l'ingresso al Regno d'Italia.
Nel centro storico di Ancona potrai trovare numerosissime testimonianze storiche del suo passato.

Cosa vedere ad Ancona: la zona antica della città

Se stai aspettando di imbarcarti in traghetto per la Grecia con una passeggiata dal porto al centro città troverai a breve distanza tutte i principali monumenti e le attrattive più interessanti.
Partendo a piedi dalla zona vicino alla stazione marittima e al caratteristico Rione degli Archi troverai la Mole Vanvitelliana e l'imponente arco di Porta Pia, storica porta di ingresso alla città. Proseguendo sul lungo porto incontrerai la Chiesa di S. Agostino e la Chiesa del Sacramento che si affaccia sul mare e sulla piazza antistante al Teatro delle Muse con la sua bella facciata. Da qui potrai proseguire sempre sul lungoporto visitando lo splendido palazzo della Loggia dei Mercanti e la Chiesa di Santa Maria della Piazza e proseguendo dritto verso il porto antico dominato dall'Arco Trionfale di Traiano e dall'Arco Clementino. La passeggiata all'interno del porto può proseguire per circa un chilometro fino alla lanterna rossa, la porta di ingresso di tutto il traffico navale. Dalla zona del porto antico potrai salire a piedi o con un ascensore sul colle Guasco, il fulcro storico di Ancona dominato dalla Cattedrale di San Ciriaco con vista incredibile sul Golfo di Ancona. Scendendo dal colle troverai l'Anfiteatro Romano (con una breve deviazione potrai visitare il parco del Cardeto con meravigliosi affacci sul mare), il Palazzo del Senato, la Chiesa dei SS. Pellegrino e Teresa, Palazzo Ferretti, sede del Museo Archeologico Nazionale delle Marche, l'imponente Palazzo degli Anziani, la Chiesa del Santissimo Nome di Gesù per poi fare una sosta per un caffè sulla splendida piazza San Francesco affacciata sulla bellissima Chiesa di San Francesco alle Scale. Proseguendo ti troverai sul vero e proprio salotto cittadino: Piazza del Plebiscito chiamata dagli abitanti Piazza del Papa per la presenza della statua di Papa Clemente XII. Se hai tempo puoi perderti nei numerosi vicoli e le viuzze che compongono il tessuto urbano del centro storico, ti sorprenderanno eleganti palazzi e numerose testimonianze del passato difficili da elencare in un solo articolo.

ancona panorama notturno

La zona moderna

Da Piazza del Papa potrai terminare la passeggiata oppure decidere di proseguire per la parte più moderna (ma non meno bella) della città tagliando il centro storico da mare a mare attraversando prima Corso Giuseppe Garibaldi e poi il Viale della Vittoria. Ancona sorge infatti su una sorta di penisola ed è l'unico luogo in Italia dove si può vedere il sole sorgere e tramontare sul mare. A metà percorso incontrerai l'elegante Piazza Cavour, seguita dal Municipio e dal palazzo delle Poste. Dopo un chilometro arriverai in una delle zone più belle di tutta la città: il Passetto con il suo Monumento ai Caduti che fa da culmine alla scalinata che porta alla rinomata spiaggia urbana celebre soprattutto per l'accesso alle Grotte del Passetto, una vera e propria peculiarità di Ancona.

Shopping ad Ancona

La zona preferita dagli anconetani per fare shopping è quella del centro compresa tra i due corsi Corso Garibaldi e Corso Mazzini dove potrai trovare un vasto numero di negozi per tutti i gusti e per ogni esigenza.
Gli amanti dei centri commerciali ne troveranno moltissimi con tutti i brand più famosi nella periferia sud della città, nota anche come Baraccola che dista pochi minuti di macchina dal centro.

Manifestazioni, intrattenimento e vita notturna

Ancona è una città di medie dimensioni a cui non manca niente: sono diversi i cinema, i teatri e i musei presenti nel centro storico e in periferia.
La vita notturna prende corpo specialmente nella centrale Piazza del Plebiscito e nelle viuzze del centro che sono cosparse di locali di tutti i tipi dai pub ai disco bar.
Tra le manifestazioni organizzate più importanti ti ricordiamo la celebre Fiera di San Ciriaco (patrono protettore della città) che accoglie visitatori da tutte le Marche, la Festa del Mare, in cui viene celebrata la Madonna del Mare, particolarmente cara ai pescatori, con una processione di barche nel porto.

I dintorni del Capoluogo

Se avete uno o più giorni a disposizione potrete lasciarvi ispirare dagli splendidi dintorni di Ancona tutti raggiungibili con brevi spostamenti in auto o con i mezzi pubblici. Tra i posti più suggestivi ti ricordiamo sicuramente la Riviera del Conero con i suoi paesaggi da sogno come la baia di Portonovo o le spiagge dei pittoreschi paesi di Sirolo e Numana; la Basilica di Loreto, meta di pellegrinaggio da tutto il mondo, Recanati, la città natale di Giacomo Leopardi, le Grotte di Frasassi e altre città d'arte come Senigallia, Osimo, Jesi.

portonovo ancona riviera del conero

Mangiare e bere

La cucina anconetana riprende molte delle caratteristiche tipiche della gastronomia marchigiana, ma aggiunge diversi ingredienti peculiari soprattutto legati ai prodotti del mare e alla pesca. Di seguito te ne proponiamo alcuni.
Tra i piatti di mare più celebri potrai provare lo stoccafisso all'anconetana pietanza pregiata che necessita di una lunga cottura, i moscioli di portonovo, ovvero le cozze D.O.P. pescate nell'omonima baia e cucinate nei modi più svariati da sole o come condimento per la pasta, i bombetti in porchetta (il condimento in porchetta è a base di olio, pomodoro, aglio e finocchio selvatico) e le crocette in porchetta.
Tra i primi piatti ti ricordiamo i tradizionali vincisgrassi, una variante ricca di ingredienti delle più famose lasagne, gli spaghetti con i moscioli, la pasta alla pescatora, i ciavattoni allo scoglio (dei rigatoni particolarmente grandi conditi con pomodoro e frutti di mare).
Tra i secondi ti segnaliamo il famoso brodetto all'anconetana, una zuppa di pesce con i prodotti del mare locale, i sardoncini scottadito, le seppie con i piselli, la grigliata e il fritto di pesci freschi dell'Adriatico. Ti consigliamo di provare anche i paccasassi, noti anche come finocchio marino, sono dei piccoli arbusti verdi che crescono tra gli scogli vicino al mare che vengono raccolti e messi sott'olio.
Infine tra i dolci è molto diffuso il ciambellone sia vuoto che con ripieno di crema o cioccolata oppure di uvetta, i maritozzi e le ciambelle di mosto.

Il vino di Ancona per eccellenza è senza dubbio il Rosso Conero, un vino corposo prodotto in tutta l'area dell'omonimo monte e composto da un mix di uve Montepulciano e Sangiovese. Sono tante le cantine immerse nei vigneti che ti aspettano per fare visite guidate e degustazioni. Negli immediati dintorni di Ancona vengono prodotti altri celebri vini rossi come il Lacrima di Morro D'Alba e il Rosso Piceno, e bianchi come il Verdicchio dei Castelli di Jesi e il Verdicchio di Matelica.

Letto 659 volte
Altro in questa categoria: Corfù: 25 attrazioni da non perdere »

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Questo sito utilizza cookies per migliorarne le funzionalità e l'esperienza di navigazione. Per saperne di più leggi l'informativa.
Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.